Vicenda carte di credito: grave errore scaricare sul settore bilancio eventuali responsabilità

Laura Castelletti, 1 dicembre 2010 » Loggia, non mi piace

In un articolo odierno dedicato al tema carte di credito si leggono, tra le altre, alcune dichiarazioni di Gianmarco Quadrini (UDC) che dice:

«è chiaro che qualcosa è mancato nel circuito di controllo delle spese», aggiunge poiNON VOGLIAMO scaricare eventuali colpe su nessuno nè “salvare” qualcuno, ma questa vicenda è davvero paradossale“.

Insomma è come se un assessore passa in auto con il rosso e Quadrini, invece di arrabbiarsi con lui, se la piglia con i vigili perchè non lo hanno multato. Non mi pare la scelta più saggia quella di “scaricare” sulla struttura amministrativa un’eventuale responsabilità del singolo assessore (sottolineo eventuale responsabilità perchè tutto deve essere ancora accertato). Garantismo e Rigore sono le parole d’ordine che ho personalmente utilizzato per commentare questa vicenda; continuerò a farlo fino a quando non avremo una risposta chiara e certa dalla giustizia. Sarebbe opportuno si attenessero a questo anche le persone che hanno responsabilità politiche e istituzionali. Garantismo e rigore a intermittenza, nel nostro caso, fanno solo danni all’amministrazione comunale.

condividi:

4 Responses to “Vicenda carte di credito: grave errore scaricare sul settore bilancio eventuali responsabilità”

  1. Indira ha detto:

    Quadrini scarica le responsabilità sul settore bilancio perchè l’Assessore ORTO che rappresenta dell’UDC in giunta è stato il più magnone di tutti alle spalle dei cittadini ,

  2. Jebediah Wilson ha detto:

    V come verguenza

  3. Cesare Giovanardi ha detto:

    E’ sempre giusto attendere la sentenza dei giudici, ma qui siamo di fronte ad una ammissione con la restituzione del denaro.
    E chiedere in queste condizioni le dimissioni significa sia essere garantisti che rigorosi nei confronti della città che è governata da persone con credibilità zero in una fase di difficoltà economiche e sociali mai viste negli ultimi decenni.
    Che fine farà Bianchini il reprobo?

  4. Laura Castelletti ha detto:

    La richiesta di dimissioni del Sindaco non è stata, nonostante i numerosi annunci, depositata in Consiglio Comunale dal tuo partito (Pd). Probabilmente attendono che i rappresentanti della Giustizia prendano la parola. Questa mi pare l’unica considerazione da fare al termine della tua riflessione.

Lascia un Commento