Una cosa indegna: la stele del 28 maggio come deposito rifiuti

Laura Castelletti, 17 maggio 2010 » bruttezze, Loggia, non mi piace

schifo. questa sera mi è arrivato da lorenzo, un ragazzo che frequenta l’ultimo anno di un liceo cittadino, un mms con questo scatto. nessun commento. per lui, impegnato a scrivere una tesina per la maturità dedicata agli anni bui del terrorismo in italia, la foto parla da sola. indignato lui, schifata io e immagino voi che la vedete ora per la prima volta.

non sono mai stata contraria,  a distanza di  36 anni dalla strage, all’utilizzo di piazza loggia per manifestazioni e momenti di festa. tutto però deve avere un limite e soprattutto non deve mai venir meno il rispetto per il  luogo della memoria dei bresciani. vedere quindi la stele, che ci ricorda che in quel preciso spazio uomini e donne sono stati ammazzati dalla furia del terrorismo, trasformata in deposito dei rifiuti diventa inaccettabile. l’amministrazione comunale ha il preciso dovere di tutelare questo simbolo e questo luogo. e’ insopportabile che non lo faccia.

condividi:

6 Responses to “Una cosa indegna: la stele del 28 maggio come deposito rifiuti”

  1. Vergogna! ha detto:

    Disgusto!

  2. Silvia ha detto:

    Condivido.ovvio.Credo pero’ che anche vedere gente fare pipì..e non solo….sotto casa, per chi abita in luoghi meno “amati” di Brescia come Piazza Vittoria dovrebbe essere vietato, invece sono anni che accade e nessuno fa qualcosa.In certi punti in giornate di sole non si puo’ nemmeno passare..l’odore è insopportabile! Che dire poi delle bottiglie..carte..ecc.che costantemente vengono lasciate anche sulla scalinata della posta centrale.
    Consapevole certamente del diverso significato che hanno certi luoghi per storia e tradizioni rispetto ad altri. Appello quindi all’Amministrazione Comunale del momento e al senso civico dell’individuo che va educato ed eventualmente punito.Amiamola tutta la nostra città.Tutta!

  3. maria ha detto:

    ma come si fa? bisogna proprio essere degli animali

  4. Indira ha detto:

    Persone decisamente superficiali e Amministratori colpevolmente distratti di questo è fatta Brescia . Consola sapere che ci sono giovani come Lorenzo che ha notato lo scempio alla stele e ha mandato la foto. Forse saranno questi giovani a liberarci da questi venditori di fumo , incantatori di serpenti (anche se mi pare che oggi non incantino più neppure i “bes bastoner”). Ci hanno riempito la città di belle fioriere così c’è più materiale per farne dei bagni a cielo aperto. Perchè dal suo blog non lancia l’idea di mandare le foto del degrado di cui parla Silvia , servirebbero a documentare quello di cui ci si lamenta e a sollecitare l’attenzione gli amministratori .Impresa ardua ma …….la speranza è l’ultima a morire.

  5. aldo ha detto:

    incredibile mancanza di rispetto!!

  6. Gianpaolo ha detto:

    tutta arte, abbiamo in giro per brescia degli artistoni!!!!

Lascia un Commento