Sostegno in Rete alle nostre proposte

Laura Castelletti, 5 marzo 2013 » Loggia, mi piace, mobilità

spero che tutti i menagramo, che in questi giorni dicevano e scrivevano “tanto da lunedì non ci sale

più nessuno”, oggi si siano fatti un giro in metropolitana. io l’ho fatto ed è stato istruttivo. utile per sentire i giudizi delle persone, le richieste, le critiche, raccogliere i commenti entusiasti e i suggerimenti. c’è chi ha dovuto aspettare 3 treni perchè il carico di studenti usciti da scuola occupava tutti i vagoni, chi ha spiegato all’anziano signore che non serve prenotare la fermata, chi si è data disponibile per immortalare con uno scatto l’ingresso trionfale del ciclista con il suo mezzo.

di gente se ne è vista tanta, ce lo confermano i numeri.

 

 lunedì, primo giorno di servizio a pagamento, dalle 6 alle 14, esono state 14mila le persone che hanno usufruito del servizio. entro le 22, quindi, l’ipotesi è che saranno raggiunti i 30mila passeggeri/giorno. “il numero è molto interessante”, ha spiegato marco medeghini, direttore generale di brescia mobilità, “perchè se venisse confermato anche nei giorni successivi centreremmo l’obiettivo dei 10 milioni di passeggeri/anno necessari per la sostenibilità economica della metropolitana” (continua qui).

 

risultati importanti, ma serve offrire di più ai bresciani. durante la giornata noi di brescia per passione abbiamo lanciato in rete 2 proposte con l’idea di coinvolgere il maggior numero di persone e chiedere aiuto per sostenerle.

un messaggio chiaro e semplice

 

 

 Questa è la nostra proposta, ci aiuti a chiedere al Comune di Brescia di accettarla? Metti “partecipa” all’evento e condividi sulla tua bacheca facebook l’infografica della richiesta, più siamo a farlo e più abbiamo possibilità che diventi realtà!”

Condivi sulla tua bacheca il seguente  link

 

Le adesioni sono state molte, le condivisioni altrettante. Ulteriori richieste  e proposte per migliorare la metro, e la vita dei suoi fruitori, non sono mancate. Le stiamo raccogliendo e le presenterò al primo incontro che in Comune dedicheremo all’argomento.

 

condividi:

2 Responses to “Sostegno in Rete alle nostre proposte”

  1. Carlos Mac Adden ha detto:

    Lo confesso, senza problema alcuno comunque, ero tra quelli che di fronte allo sconvolgimento del traffico, agli anni che scorrevano dall’inizio dei lavori, ai tanti piccoli/grandi disagi quotidiani, a negozi che chiudevano, a un centro sempre più martoriato e dimenticato, scuoteva la testa. La riscuoteva e pensava all’assurdo del dotare di metropolitana una città il cui centro storico può essere attraversato con facilità a piedi anche dal più sedentario dei suoi cittadini. Probabilmente non ho cambiato idea su quelle visioni. Però, ed è un però importante, ora la «Metro» c’è e mi sentirei doppiamente stupido se continuassi ad impelagarmi in quei ricordi, senza prendere atto dell’attuale realtà. Così mi piace pensare ad un’occasione storica per la nostra Brescia, nessuno si scandalizzi l’uso del termine «storica» è ormai abbondantemente sdoganato, occasione dicevo per rilanciare il centro, che poi possa fare da volano per l’intera città. Credo sia risaputo, almeno da quella manciata di bresciani che di tanto in tanto mi legge, quanto poco ami i centri commerciali, anzi, precisiamo ché non voglio essere tacciato d’integralismo, la pletora di centri commerciali che intasa il circolo dell’intera provincia. Forse neppure questo è corretto, preferisco essere positivo e dire piuttosto quanto ami i centri storici, quelli veri, non inventati e riprodotti con un enorme stampo. Uno di questi giorni prenderò la Metro, ho la fortuna di poter arrivare in pochi minuti alla stazione Ospedale, e scenderò a quella di Vittoria. Farò due passi in centro e penserò a come utilizzare al meglio questa nuova possibilità. Per il momento ho condiviso quanto sopra esposto sulla pagina fb di MadeinBresca – MiB. Omeopatico ma sentito contributo.

  2. Sonia ha detto:

    Io vorrei portare alla luce un aspetto che mi sta molto a cuore. Il regolamento della metropolitana recita così, per quanto riguarda il trasporto animali:
    “Il passeggero può portare con sé un animale domestico di piccola taglia, purché munito di museruola a paniere se ritenuto mordace e venga tenuto in braccio in modo da non recare molestia agli altri passeggeri. Il gestore non risponde di eventuali danni a persone o cose provocati dall’animale. I cani da caccia possono essere trasportati , solamente nelle prime ore del mattino (fino alle ore 7.00) e dopo le ore 20.00 purché muniti di museruola a paniere se ritenuti mordaci. I cani-guida per ciechi, sono ammessi a viaggiare gratuitamente, senza alcuna limitazione.”
    I cani di grossa taglia non sono nemmeno presi in considerazione e sinceramente non trovo giusta la cosa, lo trovo limitante nei confronti dei proprietari di cani di grossa taglia e soprattutto non ha minimamente senso, visto che nelle altre metropolitane possono viaggiare tutti i cani purchè muniti di museruola.
    Senza contare che il suddetto articolo del regolamento è evidentemente in contraddizione con la campagna pubblicitaria che negli ultimi anni ha invaso la città con fotografie di vari utenti della metropolitana tra cui una ragazza con un cane di taglia evidentemente grande (labrador) recitante il seguente slogan: “Dove vai? In centro. Con un amico speciale.” (http://metrobrescia.org/wp-content/uploads/2012/12/Campagna-fotografica.pdf la foto è la numero 6).
    Non ritengo giusta questa incongruenza e non ritengo giusto il fatto che si limiti la libertà di utilizzo della metropolitana per alcuni utenti senza una motivazione precisa, solo perchè non vengono nemmeno presi in considerazione.
    Si potrebbe fare qualcosa in proposito? Sono sempre di più le famiglie che hanno cani, si sta facendo un’importante lotta contro l’abbandono e poi ci troviamo davanti ad istituzioni che semplicemente chiudono gli occhi di fronte alle esigenze di una grossa fetta di popolazione. Credo sarebbe importante agire anche in questo senso e spero sarà possibile farlo. Se c’è da muoversi in prima persona non mi tiro indietro, basta sapere come muoversi e io ci sono.
    Grazie,
    Sonia

Lascia un Commento