Se fossi stata lesbica

Laura Castelletti, 8 dicembre 2014 » non mi piace, pensieri in libertà, politica

biancaneve-e-cenerentola-28 anni fa, era una giornata di dicembre identica a questa (cielo blu e luce bellissima), mi sono sposata. Fa un certo effetto pensare di aver condiviso praticamente una vita con la stessa persona, essermi addormentata e svegliata sempre con quella (beh, con gli orari non ci si becca molto), fatto due figlie, attraversato momenti emozionanti e bellissimi, incontrato come tutti difficoltà e situazioni complicate. E’ una sensazione piacevole potersi guardare indietro e pensare “è stato bello, lo rifarei, sposerei ancora lui”.

Mentre la giornata trascorre mi trovo ancora a riflettere e mi ronza nella testa lo stesso pensiero “sono eterosessuale, se fossi stata lesbica e avessi incontrato una donna da amare come tanti anni fa ho incontrato l’uomo che ho sposato, avrei voluto poter vivere nello stesso modo e avere gli stessi diritti”.

 

#ugualidiritti

Ecco perché sabato prossimo non sarò in piazza Duomo con le “sentinelle in piedi“, quelle che non vogliono si riconosca il legame affettivo tra persone dello stesso sesso, ma sarò in piazza Vittoria con chi difende i diritti  delle coppie lgtb, con chi crede che la scelta dell’amministrazione di aderire alla Rete READY sia stata una scelta giusta e opportuna.

#ugualidiritti

 

 

io

condividi:

9 Responses to “Se fossi stata lesbica”

  1. ezio ha detto:

    Sabato io sarò in piazza e fotografare ognuno di questi da vicino:penso di poterlo fare e invito tutti a farlo (primi piani)

  2. Simone ha detto:

    Volevo scrivere sugli “idioti in piedi”, ma alla fine ho pensato di scrivere solo quello che questi “idioti” combattono e cioè vogliono impedire, con la loro “pacifica” manifestazione che si insegni a scuola:
    i temi dell’uguaglianza, delle pari opportunità, della piena cittadinanza delle persone, delle differenze di genere, dei ruoli non stereotipati, della soluzione non violenta dei conflitti nei rapporti interpersonali, della violenza contro le donne basata sul genere e del diritto all’integrità personale.
    Così giusto per capire con che idioti abbiamo a che fare …

  3. Alessandro Codenotti ha detto:

    sottoscrivo in pieno e ci sarò in piazza vittoria

  4. Vinicio Italo Gandossi ha detto:

    Be’, ventott’anni fa eri anche la più bella sposa socialista della Provincia .

  5. Rosi Polimeni ha detto:

    Ci sono state, ci sono e, ahimè ci saranno ancora, quelle lesbiche che si sposano con un uomo credendo sia l’unica strada possibile. E siamo nel 2014 anche se a volte sembra di essere nel medioevo.
    Domani, giovedì 11 dicembre, alle 20:45 alla Biblioteca di Borgosatollo, per la rassegna ” Ponti di Carta” una di queste storie, fra le tante storie che il romanzo ” Le Strade del Mare” contiene.
    C’è chi si muove in modo diverso. Non tutta la società civile pensa come le Sentinelle e affini.
    Mi permetto di segnalarvi l’evento.
    Rosi Polimeni

  6. babi77 ha detto:

    Brava Laura,scelta giusta!!Tutti in piazza Vittoria!!!

  7. Amanita Muscaria ha detto:

    Sei la mia idola Laura. La spontaneità non deve morire!! Gros bisou

  8. Luca Ruggenenti ha detto:

    Provare a crescere quattro figli di questi tempi è un’impresa. Non parlo di crisi o di soldi, parlo di vederli scoprire cose che non vedevano. Dall’asilo sono cresciuti in classi con ragazzi provenienti da mezzo mondo e non li vedevano diversi. Hanno cominciato a vedere “differenze” quando hanno sentito gli uomini verdi (discrimino i colori perché sono daltonico e non li vedo).
    Il lavoro da fare è immane: a fronte di un bombardamento quotidiano costante dobbiamo ricucire pazientemente la sera spiegando, dipanando, ragionando.
    Quindi ora avanti ancora una volta di fioretto.

  9. […] contro un post pubblicato dalla vicesindaco Laura Castelletti sul proprio blog intitolato “Se fossi stata lesbica”. L’articolo in questione, pubblicato lo scorso 8 dicembre 2014, era una presa di posizione […]

Lascia un Commento