Quando è il parcheggio che ti trova

Laura Castelletti, 18 ottobre 2010 » Loggia, mi piace, mobilità

Interessante esperimento a Tolosa dove è il parcheggio che trova te e non viceversa. Esperienza da osservare ed eventualmente importare.

L’importante è che a Brescia, conoscendo la filosofia della mobilità che ha l’attuale Amministrazione, non pensino di utilizzarlo anche per parcheggiare le auto come nella foto! Largo Formentone il salotto nel salotto della città… da quando hanno tolto le panchine per far spazio alle auto.

(le fotografie provengono dal profilo facebook di Simone)

condividi:

14 Responses to “Quando è il parcheggio che ti trova”

  1. Emilio Del Bono ha detto:

    Giusto in coerenza con la settimana della mobilità sostenibile della Giunta Paroli…

  2. Andrea ha detto:

    Cito dal libro : Prima lezione di urbanistica (B.Sechi)
    “La versione ingenua dell’urbanistica assume per lo più il volto del gruppo locale o d’interesse che rappresenta le proprie domande in forma di risposte fisicamente determinate: allargare la strada invece che eliminare la congestione del traffico, FARE IL PARCHEGGIO SOTTERRANEO IN QUELLA PIAZZA ANZICHE’ GARANTIRE UNA PIU’ FACILE ACCESSIBILITA’ ALLE AREE COMMERCIALI.”

    Idem per il parcheggio sotto il Cidneo

  3. Sara Balsamo ha detto:

    Ma Laura, com’ e’ possibile che proprio tu non sappia che e’ stato concesso di parcheggiare li solo ai consiglieri e che per via dei lavori inerenti alla pensilina moltissimi altri vi parcheggiano pur non essendo autorizzati?

    Quanto ai parcheggi, mi sembra di desumere che quelli in progetto non siano di vostro gradimento…. Eppure le auto per entrare in ztl da qualche parte dovremo lasciarle se veniamo da fuori città, o no ?

    Una domanda da neofita ad Andrea, come suggeriresti di facilitare l’accesso alle aree commerciali?
    Grazie per l’attenzione.

  4. Simone ha detto:

    Non penso che il “metodo tolosa” sia particolarmente funzionante, soprattutto in una città “frammentata” come brescia e poi servirebbe avere un telefono compatibile (ce l’hanno tutti i residenti?).
    Quello che manca (riguardo al tema di questo “post”) pare essere la progettazione di parcheggi “pertinenziali” che servano ai residenti e che, secondo me, devono essere puntualmente collocati in modo che siano facilmente raggiungibili, che possono anche essere meccanizzati e quindi ricavati in spazi ridottissimi (avete presente quello di piazza sant’alessandro?). Non serve realizzare un parcheggio enorme in un posto poco accessibile dai residenti (come ad esempio quello sotto il castello) anche perchè, in quel caso, c’è già il parcheggio di fossa bagni che rimane mezzo vuoto …

    Scusa Sara, ma cosa vuol dire “concesso di parcheggiare ai consiglieri”? perchè a loro si e agli altri cittadini no? perchè quando vado a lavorare devo cercare (e pagare) un parcheggio e i consiglieri no?!
    il parcheggio di piazza vittoria è a due passi dalla loggia, non possono usare quello? così magari anche i consiglieri si potrebbero accorgere dello stato scandaloso in cui oramai è ridotta la piazza … ed eviterebbero di rovinare una piazza e dare il cattivo esempio che viene prontamente seguito.

    e cosa vuol dire “vi parcheggiano pur non essendo autorizzati”? dov’è finita la “linea dura” che il comune doveva avere con gli indisciplinati?!

    baci a tutti!

    p.s. le foto sono mie, non del sito bresciarespira

  5. Laura Castelletti ha detto:

    ops, che figura… provvedo subito al cambio intestazione foto 😉

  6. sara balsamo ha detto:

    @Simone: ai consiglieri è consentito in via eccezionale di parcheggiare nel sito “incriminato” in occasione di consiglio comunale, oppure giunta in quanto sono amministratori della città eletti e svolgono tale ruolo e lavoro viene svolto su mandato della cittadinanza. Questo per evitare che parcheggino in piazza della Loggia e che utilizzino parcheggi riservati ai residenti del centro storico. Potremmo andare avanti a discutere per ore di questioni varie, scusa se mi permetto ma l’impressione che si ha è che in ogni caso sin dal primo giorno di insediamento a quest’amministrazione sia stata riservata una sferzata decisamente sterile di critiche qualunque cosa facciano. Trovo corretto e utile per chi amministra la città ricevere critiche, purchè costruttive, e soprattutto trovo fondamentale in democrazia il ruolo della minoranza. In ogni caso tra meno di tre anni ci saranno le votazioni amministrative e saranno quindi a dimostrare concretamente la loro opinione sul lavoro svolto nella passata legislatura.
    Concordo sul fatto che siano stati commessi sbagli, errare umano soprattutto quando si lavora, chi non lavora o non prende decisioni non corre di certo il rischio di commettere errori… inoltre questa giunta è composta in parte da neofiti del “mestiere” magari politici di vecchia data e grande esperienza ma non di certo come amministratori comunali, il che non è esente da svantaggi ma anche dal fattore estremamente positivo rappresentato dal cambiamento- di qualunque “colore politico” sia- che evita un eccessivo radicamento nel territorio storicamente considerato non positivo.
    un caro saluto

  7. Stefi ha detto:

    Scusi S.ra Balsamo ma il limite sta propio nella ztl. A chi viene da fuori città non dovrebbe essere consentito di entrare in queste zone. Le auto dovrebbero lasciarle fuori dalle ztl (per esmpio parcheggiarle al Freccia Rossa o al Randaccio) e poi utilizzare il bus, se proprio non si vuole camminare, oppure il bike sharing.

  8. Qol Sakhal ha detto:

    Stamattina c’era Consiglio Comunale? infatti Largo Formentone era pieno di macchine parcheggiate e quasi non si riusciva neppure a passare a piedi. Rimettiamo le panchine, sono più belle, meno ingombranti, più utili!
    P.S. Devo imparare a mandarvi delle fotografie, ne ho delle interessanti per documentare la Brescia di oggi.

  9. marina ha detto:

    Ultimamente quando leggo i vari blog* politici o pseudotali , non solo questo naturalmente , penso che le se le energie di tutte le componenti , maggioranza , opposizione, miniopposizione e liberi pensatori non si disperdessero nelle futili polemiche e nel sarcasmo , la cittadinanza ne godrebbe !

    * vorrei anche dire con l’occasione , che secondo me , questo blog è il più bello sia dal punto di vista tecnico che estetico. Complimenti

  10. Andrea ha detto:

    “..Una domanda da neofita ad Andrea, come suggeriresti di facilitare l’accesso alle aree commerciali?”
    Non ho certo una risposta a questa domanda, ma guardando ad esperienze di altre città, non è certamente impossibile pretendere un centro con meno mezzi privati in sosta… e più mobilità pubblica.
    Per chi viene da fuori usufruire di parcheggi di scambio vicini al ring con agevolazione e potenziamento dei mezzi alternativi(bici mia, bus scontato etc)
    Per i residenti poter usufruire liberamente dei posti auto riservati nel centro senza che questi vengano occupati da esterni.

    Per quanto riguarda le arre commerciali in centro…non credo che il vero problema sia l’accessibilità…ma le molteplici centralità,riscontabili nell’epoca contemporanea con gli Outlet è centri commerciali, presenti in forza nel territorio Bresciano che competono con l’attrattiva del centro storico.

  11. Qol Sakhal ha detto:

    @Sara Balsamo. Suvvia, ti giudico una persona intelligente e tu non trattare noi come persone sprovvedute! I consiglieri comunali non hanno più diritti di tutti gli altri cittadini, casomai hanno più doveri e tra questi quello di dare il buon esempio, parcheggiando magari in piazza della Vittoria.
    (Non faccio differenza tra maggioranza e minoranza.)

  12. Simone ha detto:

    oggi, questa sera, come sempre largo formentone è occupato (o meglio okkupato) da vetture in sosta non regolamentata.
    perchè, ribadito dalla centrale dei vigili, non c’è alcuna delibera che abbia permesso a quello spazio di diventare parcheggio.
    ho chiamato in centrale, fatta la segnalazione e le auto sono lì.
    questa sera invece hanno multato, alle ore 19 diverse auto che sostavano sui marciapiedi di piazza vittoria perchè stanotte c’è il lavaggio strade (e senza che recassero alcun disturbo) …
    questo è il senso civico che questa amministrazione dimostra.
    ah, ho avuto una interessante discussione con dei vigili che mi hanno detto che nei gironi passati hanno fatto delle multe in largo formentone che “non andavano bene” (sic).

    @Sara: il problema è proprio quello che evidenzi tu: in un paese civile l’amministratore è un esempio per i cittadini: va in giro in bicicletta anzichè in suv (se può); parcheggia nel parcheggio pubblico, anzichè farsi una delibera che gli permetta di parcheggiare dove gli altri non possono … in paese civile questo sarebbe uno scandalo!

    buona notte!

  13. stellina ha detto:

    concordo con Qol, siamo tutti cittadini senza alcuna differenza, è questione di rispetto reciproco e di Diritti e Doveri in equal misura.

    Nostalgie di panchine.. 🙂

Lascia un Commento