Quali e quanti servizi sociali ci tagliano?

Laura Castelletti, 11 gennaio 2012 » Loggia, non mi piace

domani pomeriggio (mercoledì) in commissione consiliare la giunta ci presenterà i tagli che intende fare al bilancio (potrei  tranquillamente leggermi il gdbs che  tanto troverò tutto qui visto che i consiglieri comunali sono informati sempre dopo i media). conosceremo finalmente nel dettaglio quanti e quali sacrifici i bresciani dovranno fare nel prossimo anno, soprattutto quali saranno i cittadini più colpiti dal taglio dei servizi.

i dati che ho potuto leggere nelle anticipazioni alla stampa dicono di 6 milioni e 636mila euro di tagli alle funzioni generali; 292mila alla giustizia; un milione e 934mila alla polizia locale; un milione e 562mila all’istruzione; 704mila alla cultura; 33mila allo sport; 3mila al turismo; 4 milioni e 280mila alla viabilità; 944mila all’urbanistica e gestione del territorio; 5 milioni 630mila al sociale; 549mila alle attività produttive.

sono in particolare i drastici e  drammatici tagli all’istruzione e al sociale a preoccuparmi, sono quelli che voglio vedere nel dettaglio. questi settori sono prioritari e gli ultimi sui quali intervenire per le riduzioni di spesa (molto meno prioritaria la mostra sui maya che si vuole ostinatamente allestire a santa giulia).

voglio capire se a essere travolti sono servizi come asili nido, assistenza domiciliare, supporti all’autonomia personale perchè, per quanto ci riguarda, non è accettabile che nella nostra città ci siano famiglie costrette ad arrangiarsi e ad ammortizzare da sole le carenze dell’assistenza sociale.

per i servizi credo serva una riflessione generale perchè le trasformazioni sociali sono tali che più nessun comune può dormire sugli allori, conservare oggi le stesse infrastrutture, gli stessi modi di fare, le stesse ricette. serve porsi obiettivi chiari da raggiungere nei prossimi 10 anni, linee guida da percorrere per dare vita ad un nuovo welfare municipale. dubito, con tutto il rispetto, che l‘assessore maione possa elaborare risposte esaustive alla città in solitudine.

 

 

condividi:

2 Responses to “Quali e quanti servizi sociali ci tagliano?”

  1. Marco A. ha detto:

    Di questo passo ripiomberemo in pieno medioevo, se già non ci siamo. Tagli al sociale, alla cultura…che tempi infausti ci attendono! Risposte esaustive da parte di Maione? E quando mai ne ha date? Però avanti tutta con la cattedrale sotto il castello! Certo, la grande opera è in carico a Brescia Mobilità e non alla Loggia, come ha ricordato il sig. Di Mezza. Ma da chi è partecipata Brescia Mobilità?

  2. penna di falco ha detto:

    certo se avessero un minimo di sensibilità e senso delle circostanze dovrebbero annullare la mostra dei maya. corrisponderebbe anche ad un elementare criterio di autotutela della propria immagine dopo la vicenda delle carte di credito.

Lascia un Commento