Pensieri, parole, opere e omissioni

Laura Castelletti, 21 dicembre 2010 » Arte e Spettacolo, mi piace

“Sarà un Teatro che valorizza la conservazione, ma si apre anche a una tipologia di pubblico che negli ultimi anni è stata troppo a distanza, i giovani” (Umberto Angelini, Sovraintendente del Teatro Grande di Brescia).

condividi:

3 Responses to “Pensieri, parole, opere e omissioni”

  1. alessandra ha detto:

    la programmazione muffa, polverosa e sopratutto saccente degli ultimi (100) anni ha tenuto a distanza tutti, direi.
    aprirei allora alle scolaresche,previa istituzione di un GIG,( Gruppo Interesse Grande, una sorta di patentino della buona volontà delle scolaresche) con matinèe dedicati a loro e convenzioni con gli istituti scolastici di tutta la regione, raddoppiando così le repliche ( e aumentando di conseguenza il borderò delle compagnie, cosa che renderebbe tutti felici), aprirei a tutte le nemerosissime associazioni che insegnano, fanno e promuovono musica, danza e teatro della città invitandoli a tutti gli spettacoli in cartellone a prezzi calmierati,(fino all’anno scorso il prezzo “promozionale” era di 45€, in scala si pagano 15€), aumenterei le iniziative di studio e non solo performative(i “..prima della…”)per avvicinare, spiegare e introdurre alla musica, alla danza e alla recitazione,chiamando esperti d’arte, numerosi sul territorio, a tenere lezionie seminari, facendo cultura e creando così un indotto di persone che poi andranno, pagando, a vedere gli spettacoli. augurandoci che la nuova direzione abbia già pensato a tutto ciò,aspettiamo dunque fiduciosi il programa 2011/2012

  2. leo ha detto:

    Non lo conosco, ne tantomeno mi interesso al programma del Grande. A dire il vero non ho nemmeno l’audio, e non riesco a sentire il video che hai postato.

    Però, concordo con lui, sull’avvicinare i giovani alla cultura, anche attraverso la musica che viene “rappresentata” al Grande. Pollice in alto 😉

  3. umberta ha detto:

    la grande capacità e la sensibilità di Umberto, unite alla sua seria preparazione nell’ambito della gestione economica mi hanno convinta immediatamente che è e sarà la persona giusta al posto giusto e renderà sempre più GRANDE il nostro teatro!!!
    quindi in bocca al lupo e buon lavoro a Umberto !!!

Lascia un Commento