Pensieri, parole, opere e omissioni

Laura Castelletti, 27 marzo 2014 » mi piace, pensieri, parole, opere e omissioni

giovani“…E se un dovere abbiamo, noi pessimi giovani male invecchiati, è di non idealizzare il passato facendone un domopak luccicante in cui incartare le fregature, ma perlomeno aiutare il presente a crescere.

Per un solo motivo, questo sì etico, Michele: noi abbiamo mangiato, goduto e consumato senza chiederci chi pagava. Ne hanno diritto anche gli altri, perché “si può fare”, il capitalismo non è finito ed è l’unica macchina che funziona, nonostante tutti i Le Pen e i Latouche di questa Europa malata. E non rompergli i coglioni, ai ragazzi: stanno sdraiati perché pensano. Lo faceva anche Socrate.” (Vittorio Zambardino risponde a Michele Serra su Wired)

condividi:

Lascia un Commento