Non si puo’ dire che non siamo avanti

Laura Castelletti, 13 agosto 2013 » mi piace, Territorio e Natura

da qualche giorno impazza in rete un link dal titolo “pechino: la metropolitana si paga con le bottigliette di plastica” dove si legge che

la metropolitana di pechino consente ai passeggeri di viaggiare gratis in cambio di bottiglie di plastica. in questo modo i passeggeri possono contribuire a preservare l’ambiente e al contempo risparmiare i soldi del viaggio.

in molti mi hanno segnalato questa idea geniale, a scavalco tra il risparmioso e l’ecosostenibile. quando l’ho letto mi son detta che noi di brescia per passione siamo decisamente avanti. un modello simile lo abbiamo sperimentato durante la campagna elettorale. ho chiesto allora a uno dei nostri ragazzi, giacomo senaldi che se ne era occupato, di tracciare una breve riflessione sulla nostra esperienza.

 

mi scrive:

brescia, maggio 2013.

inquinamento, industrie, bonifiche, raccolta differenziata deficitaria, brescia è anche altro, è anche “riciclo con passione”. per qualche settimana bottiglie e lattine vuote hanno avuto un valore tangibile per i cittadini che ricevevano in cambio buoni sconto da usare negli esercizi aderenti. 

c’era la 1000 miglia, c’era il giro d’italia, infervorava pure la campagna elettorale ma in una delle prime domeniche primaverili nella nostra tranquilla piazzetta tanti bambini si divertivano a rubare bottigliette e lattine vuote al bar. perchè? riciclavano divertendosi, le portavano al “mostlo buono che mangia la plastica” [cit. bimba bionda con le treccine] per avere lo sconto per il gelato.

i bambini hanno imparato cos’è il cosiddetto “reverse vending”, l’intelligente sistema dove sei effettivamente premiato per ciò che ricicli, perché non dovrebbero farlo anche gli adulti?

 nel breve periodo di prova sono stati raccolti più di 500 pezzi tra bottigliette e lattine, quale sarebbe la reale potenzialità? brescia saprà cogliere l’occasione? sarà in grado di portare un grande vantaggio all’ambiente ed ai cittadini? pensa come sarebbe gratificante portare delle bottigliette vuote per prendere il biglietto della metro o bicimia, o ancora avere uno sconto sulla spesa o sul biglietto del film che tanto stavi aspettando!

condividi:

4 Responses to “Non si puo’ dire che non siamo avanti”

  1. Armando ha detto:

    Facciamolo, senza indugi! 🙂

  2. Nik Barte ha detto:

    Sarà arrivato il post di Brescia per Passione a Pechino …. come quello di Pechino è arrivato in Italia?

  3. Paolo Bertoia ha detto:

    Molto interessante , secondo me è un’ottima idea..Bravi!!!

  4. Benzo ha detto:

    Non credo Nik, ricordo perfettamente che durante il mio viaggio a Shangai il blog di Laura era inaccessibile. Troppo sovversive le sue idee per essere diffuse ai cinesi!

Lascia un Commento