Mostra fotografica Ugo Mulas: inaugurata!

Laura Castelletti, 15 aprile 2014 » Arte e Spettacolo, mi piace

SANTA GIULIA INAUGURAZIONE MOSTRA DI UGO MULASDettagli e giudizi sulla mostra fotografica di Ugo Mulas li leggeremo domani sulla stampa. Posso solo dire che sono molto soddisfatta di come è andata l ‘inaugurazione e l’allestimento dell’esposizione. Ospiti entusiasti.

L’ultimo pensiero, dopo aver salutato persone e ascoltato le loro reazioni a caldo, è :

Assessorato cultura/creatività/innovazione + BresciaMusei = squadra vincente

Siamo pronti/e  per aprire le danze sul ciclo dedicato alle opere della Pinacoteca. Da domani si riparte per una nuova avventura!

 

ugo mulas

Questo è il pezzo che ho lasciato in cartella stampa:

 

 

Con la mostra “Ugo Mulas. La fotografia” aggiungiamo un nuovo tassello agli “incontri” di cui lo splendido Museo di Santa Giulia si è fatto sede in questi anni. Ed è quello con la fotografia.

 

Non è la prima volta, in verità, che qui si ospitano mostre fotografiche, ma è questa la prima promossa e voluta dal Comune di Brescia e realizzata in collaborazione con la Fondazione Brescia Musei.

 

E che sia scelto Ugo Mulas per aprire questo nuovo capitolo non è privo di significato. Accanto al mero, ma non irrilevante, dato anagrafico della nascita in territorio bresciano di questo grande artista, c’è l’inconfutabile valore di originalità della sua opera, peraltro in molta parte legata al mondo dell’arte, degli artisti e della critica artistica.

Sono passati poco più di 40 anni dalla sua scomparsa e, parimenti, dall’uscita del suo fondamentale libro di sintesi La fotografia(Einaudi, 1973), da cui in qualche modo questa mostra prende le mosse.

Nel frattempo, nel mondo della fotografia sono intervenuti cambiamenti epocali, non solo tecnici ma anche di approccio e di comportamento.

Oggi le tecnologie smart e mobile possono far credere a tutti di essere tutti fotografi; ogni istante, luogo, attività, incontro della nostra quotidiana esistenza può essere (e il più delle volte è) registrato e poi subito condiviso con centinaia o migliaia di persone attraverso i social network.

 

Ma essere fotografo non è solo fare fotografie, non è compulsione, bensì distacco e riflessione, non è vedere ma guardare. Le fotografie di Ugo Mulas sono bellissime, ma prima ancora sono documenti e testimonianze critiche.

Accogliere oggi in Santa Giulia questo maestro del Novecento, far convivere nello stesso luogo mosaici romani, dipinti del rinascimento bresciano e stampe ai sali d’argento, non crea alcuna distonia: ogni reperto, ogni affresco, ogni architettura di questo museo ci racconta un’epoca e ci documenta un’esistenza, come fanno le fotografie di Mulas.

 

Intrecciare i fili di tutte queste storie contribuisce a rendere più fitte e leggibili la trama e l’ordito della Storia. Che è quello che questo museo, che i nostri musei, vogliono e sanno fare, creando ogni volta occasioni di incontro e di confronto diverse, per ampliare ogni volta il pubblico cui si rivolge e, parimenti, per portare un poco più avanti l’orizzonte di sguardo di quel pubblico.

 

Ringrazio per averci aiutato in questo progetto le figlie di Ugo Mulas, Melina e Valentina, che con passione e intelligenza curano l’archivio delle opere del padre, ringrazio Renato Corsini, che per primo mi ha suggerito di dare vita a questa mostra, e ringrazio infine Jean-Francois Chevrier, che con sguardo acuto ha ripreso i discorsi affrontati da Mulas nel 1973, rileggendoli però con l’occhio di oggi e infondendo, nella scelta delle opere esposte, nella loro sequenza, negli accostamenti tutta l’esperienza e la preparazione che gli sono internazionalmente riconosciute.  

 
condividi:

One Response to “Mostra fotografica Ugo Mulas: inaugurata!”

  1. […] Italian Easter cake by Iginio Massari, one of Italy’s favorite pastry chefs. My friend Laura Castelletti, the vice-mayor of Brescia, Italy, graciously shared it with Giovanni and me last week while I was […]

Lascia un Commento