Ma con i fondi che ha tagliato non doveva vincere il cancro?

Laura Castelletti, 17 febbraio 2011 » non mi piace, politica, sport e salute

Poco meno di un anno fa il Presidente Berlusconi dichiarava a proposito dell’impegno del suo Governo: “Vogliamo anche vincere il cancro che colpisce ogni anno 250mila italiani e che riguarda quasi due milioni di nostri cittadini.” Oggi con il Decreto Milleproroghe  licenziato al Senato invece parte dei soldi per le multe per le quote latte sono recuperati proprio “ricorrendo alle disponibilità di un fondo della legge di stabilità per interventi che vanno dal riequilibrio socio-economico dei territori all’assistenza e cura dei malati oncologici”. Ancora una volta la coerenza del “Governo del fare” è da manuale.

Bene fa poi a ricordarci Phastidio.net che “la  proroga di sei mesi per il pagamento delle multe relative alle quote latte, misura che interessa poche centinaia di allevatori irriducibili, si avvale del padrinato politico della Lega Nord.”

condividi:

7 Responses to “Ma con i fondi che ha tagliato non doveva vincere il cancro?”

  1. stellina ha detto:

    Sconfiggere il cancro !!! era una delle varie proposizioni che aveva annunciato come : riforma giusitizia, riforma fiscale, infrastrutture, ambiente…Riflettendo su queste sue promesse, quali di queste sono state attuate?..Siamo nel degrado assoluto in qualsiasi settore.
    Soprattutto parlando di “cancro” gli incentivi alla ricerca vengono addirittua ridotti !!.
    Come si legge nell’articolo su “Phastidio.net” è giustissimo affermare che la politica è il vero cancro dell’Italia….
    Vergogna totale !!!..

  2. Mafalda ha detto:

    hai chiamato da manuale la coerenza del Governo sul tema dei fondi sottratti alle cure e all’assistenza ai malati oncologici per versarli nel fondo per le quote latte. Secondo me questo provvedimento non è da manuale ma da “criminale” . Indigniamoci

  3. Nico "Webster" ha detto:

    Forse quando diceva vinceremo il cancro stava per un secondo vaneggiando sulle sue dimissioni!

  4. stellina ha detto:

    @ Nico, solo in quel secondo stava vaneggiando ??? :-)))…non certo sulle dimissioni però !!!!!!!!!

  5. claudio buizza ha detto:

    brava laura. l’abitudine è una malattia. molti italiani, spero non tutti sono gravemente malati di questa malattia. chi non lo è ancora rischia.
    nel milleproroghe (già il nome sarebbe da barzelletta in un paese normale, non dico civile), è prevista, insieme alle altre 998, la proroga (posticipo) dei provvedimenti di demolizione di edifici abusivi in Campania ed altrove, anche nella aree sottoposte a vincolo paesaggistico. Provvedimenti definitivi, passati in giudicato sia per l’aspetto penale che per quello civile.

  6. Benzo ha detto:

    no comment…

  7. claudio buizza ha detto:

    L’intensa attività del governo ha trovato il modo di inserire nel MILLEPROROGHE anche questa proroga:
    “I consiglieri degli Ordini dei dottori agronomi e dottori forestali, degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, degli assistenti sociali, degli attuari, dei biologi, dei chimici, dei geologi e degli ingegneri potranno restare in carico per un mandato in più”.
    Poichè nessuno me l’ha ancora spiegata devo pensare “Qualche presidente di ordine amico di qualcuno era forse in scadenza?”. E viva il rinnovamento.

Lascia un Commento