L’avvio dell’Urban Center diventa sempre più importante

Laura Castelletti, 3 giugno 2011 » mi piace, urban center

che la nascita di un urban center a brescia sia una sollecitazione che dall’inizio del mandato faccio all’attuale amministrazione comunale è cosa nota. che l’assessore vilardi abbia apprezzato il contenuto della mia proposta è evidente nel momento in cui ha “avviato le pratiche” perchè anche brescia si doti di questa struttura. non lo dico solo io che i tempi di realizzazione necessitano ora di un’accelerazione, ma lo dicono alcune questioni urbanistiche “aperte”. infatti, con un urban center funzionante, questioni come i giardini odorici, il cubo bianco, la destinazione dell’ex polveriera, mompiano sostenibile e le sue firme,  il pgt e tante altre troverebbero lo spazio per l’anticipazione di conflitti e una progettazione partecipata capace di coinvolgere i cittadini. l’urban center potrebbe davvero riportare il cuore di brescia a pulsare (soprattutto se troverà spazio in uno dei tanti contenitori vuoti e inutilizzati del centro storico) e i cittadini bresciani a sentirsi protagonisti e non comparse nelle scelte che trasformano il nostro territorio.

E’ una sfida, una scommessa che gli amministratori devono fare per far crescere una coscienza e una partecipazione nuova della città. Spesso mi danno dell’inguaribile ottimista, non mi dispiace  affatto ed è per questo che aspiro al fatto che un giorno non lontano la nostra città possa ambire a “rubare” il primo posto a Bologna nel concorso “La progettazione partecipata dello spazio pubblico” (prima Biennale dello Spazio Pubblico). Quello sarà davvero un bel giorno.

condividi:

2 Responses to “L’avvio dell’Urban Center diventa sempre più importante”

  1. ggfondra ha detto:

    Cara laura,
    anch’io sono un inguaribile ottimista, tuttavia occorre distinguere fra sogni e realtà. Ce lo chiedono i cittadini.

Lascia un Commento