La conta degli immobili vuoti

Laura Castelletti, 11 aprile 2012 » mi piace, Territorio e Natura, urban center

i media hanno dato risalto all’impegno di brescia per passione nella campagna nazionale salviamo il paesaggio (giornale di bresciacorriere della sera, quibrescia … ). un’iniziativa che, attraverso il web e l’attivismo di migliai di persone, ha l’obiettivo di sensibilizzare il nostro paese su uno dei più grandi scempi che sta subendo, sotto silenzio e da troppo tempo: il consumo di suolo libero e fertile causato da una indiscriminata cementificazione.

un’iniziativa che ci vede  attivi da settembre, per la quale vogliamo coinvolgere altre associazioni del territorio e che oggi si concretizza con un primo significativo passaggio: il deposito di una mozione in consiglio comunale  (mozione salviamo il paesaggio). chiediamo, attraverso questo documento che richiederà il voto del consiglio,  al sindaco e alla giunta un preciso impegno per censire gli immobili sfitti o non utilizzati della città.

 

                                                                                                 mozione

oggetto: censimento nazionale degli immobili sfitti o non utilizzati relativamente alla campagna “salviamo il paesaggio – difendiamo i territori”

la sottoscritta consigliera comunale propone al consiglio comunale la seguente mozione:

il consiglio comunale

mozione

premesso

– che un’attenta pianificazione territoriale deve prevedere un’oculata gestione del territorio intesa come bene comune da tutelare per l’interesse generale;

– che un’amministrazione lungimirante e consapevole deve poter governare il proprio comune svincolata da interessi particolari e da pressioni speculative di singoli;

– che un’accorta amministrazione deve rispondere alle esigenze dei suoi cittadini garantendo loro il benvivere e la sicurezza;

visto

– che, sempre di più, fenomeni naturali di grandi intensità si manifestano nel territorio italiano con conseguenze devastanti sia fisiche, materiali e psicologiche dei cittadini;

– che, spesso, nuove costruzioni non vengono occupate né per lavoro, né per residenze, con la conseguenza di nuovi volumi che occupano inutilmente spazi;

– che molti edifici sono completamente abbandonati e fatiscenti;

– che da vari decenni la politica urbanistica adottata dalle diverse amministrazioni ha comportato un’eccessiva “frenesia edificatoria” volta spesso alla realizzazione dell’edificato indipendentemente dalle reali necessità e bisogni della comunità o dalla qualità, o dalla sicurezza idrogeologica, compromettendo il paesaggio, il benvivere e la sicurezza stessa delle persone;

– che oggi vi è sempre maggior necessità di edilizia sociale pubblica e che molti degli edifici vuoti potrebbero essere destinati a tale scopo;

considerato

– che edifici vuoti sono sinonimo di mancanza di corretta pianificazione;

– che edifici fatiscenti sono indice di un territorio mal gestito;

– che è necessario ridurre il consumo di territorio, riqualificare l’esistente, recuperare gli edifici vuoti;

– che è necessario mettere in sicurezza il territorio;

preso atto

– che il forum italiano dei movimenti per la terra e per il paesaggio ha avviato la campagna nazionale “salviamo il paesaggio e difendiamo i territori”, che ha l’obiettivo di ridurre il consumo di territorio attraverso un’oculata gestione dello stesso;

– che tale campagna propone, tra le altre cose, di effettuare un censimento mirato da avviarsi su tutto il territorio italiano, tramite un modello che i singoli comuni dovrebbero compilare, come da scheda allegata;

condividendone gli intenti e consapevoli della necessità di intervenire su un territorio già fortemente danneggiato;

impegna sindaco e giunta

a intraprendere il censimento summenzionato, come da scheda allegata, entro un mese dall’approvazione di tale mozione/istanza e terminarlo entro 6 mesi dall’inizio.

Per chi fosse interessato a depositare la stessa mozione nel proprio comune qui trova la lettera_accompagnamento_scheda_per_comuni e la scheda censimento comuni.

condividi:

3 Responses to “La conta degli immobili vuoti”

  1. Andrea Curcio ha detto:

    Ottima iniziativa Laura… anche se ho i miei dubbi che si attiveranno in modo serio

  2. Cla ha detto:

    Cara Laura, prego perchè qualcuno ti ascolti. Perchè prego?? perchè non credo…

  3. Stefania ha detto:

    Brava Laura, dalla tutela della qualità ambientale (sociale ed economica) dei nostri suoli e paesaggi, anche urbani perchè no, parte una nuova vivibilità che guardi anche alla bellezza dei nostri luoghi.

Lascia un Commento