In Ape tra le vie della città. Esperienza unica

Laura Castelletti, 29 settembre 2010 » mi piace, mobilità

a marzo sono andata alla presentazione di un libro di giulio ranzanici. ne ho parlato in un post. mi aveva molto colpito, oltre al testo e al coinvolgimento del pubblico, l’ape piaggio dell’autore parcheggiata all’uscita. la faccio breve, salto i commenti e le mail che si sono susseguite e arrivo a sabato scorso. alle 16.30 l’ape è parcheggiata sotto casa mia. chi la guida è un “vero signore” quindi scende ad aprirmi la portiera. mi accolgono nell’abitacolo tappetini leopardati e il suono di “perfect day” di reed. partiamo.

la prima cosa che mi dice è “ma tu cosa mi dici della metropolitana? io sono contrarissimo, scelta inopportuna. era meglio optare per 100 piccoli autobus elettrici in giro per la città” e’ allora che penso “ma dove mi sono cacciata? io  e la mia maledetta voglia di conoscere brescia attraverso chi la abita.”. azzardo un “pensi di trasportarmi ugualmente se ti dico che in consiglio comunale ho votato con convinzione a favore di tutte le delibere reative al metro?” sorride. capisco che sarà una buona conversazione. inizio così il mio “viaggio da un altro punto di vista” della città.

l’ape è un mezzo di trasporto adatto all’osservazione e alla conversazione. e’ lento e si mimetizza tra la folla del sabato pomeriggio. il carmine ci regala prospettive diverse ed è divertente destreggiarsi tra i vicolini.

pochi ci guardano, tra questi qualcuno ride. se non fosse che si sta stretti e i movimenti risultano compressi, sarebbe il momento di rubare scatti senza essere visti. i grattacieli di brescia2 paiono ancora più alti. cavalcavia kennedy è una sfida per il nostro motore 50cc (dichiarati).  le nuvole se ne sono andate e la luce esalta il verde dei parchi. l’ultima parte del viaggio in ape viene dedicata non solo a all’osservare, ma anche al dimostrare le qualità e le potenzialità tecniche del mezzo. la destinazione non potevano che essere i tornanti del castello. la corsa termina con un parcheggio azzardato in piazza tebaldo brusato e con una visita da chiara “apalazzo gallery” per una mostra.

Il pomeriggio mi è volato via. Ora posso raccontare che ho visto Brescia in Ape e dalla sua strana prospettiva.

condividi:

2 Responses to “In Ape tra le vie della città. Esperienza unica”

  1. Gianluca ha detto:

    Davvero un bel blog il tuo Laura…
    Simpatico e divertente, a volte spensierato…
    ti lascio l’indirizzo del mio… http://vitainape.blogspot.com/
    chiaramente dedicato alla vita in ape.. e altro non poteva essere..

    Ciao

  2. Laura Castelletti ha detto:

    La scoperta di un Mondo…
    grazie 🙂

Lascia un Commento