Il sedere incollato alla poltrona

Laura Castelletti, 11 ottobre 2012 » non mi piace, politica

Mercoledì scrivevo “La Lega 2.0 verrà valutata da come si comporta in Lombardia stasera, non per altre scelte“. Oggi, visto le dichiarazioni di Formigoni dopo il vertice con Maroni e Alfano, condivido l’affermazione della mia amica Mafy

“i leghisti hanno la colla al culo non la scopa in mano quando sono al potere”

 

Con il primo Bossi “agitavano il cappio in Parlamento“, adesso invece “agitano l’azzeramento” davanti a ndrangheta, voto di scambio, peculato, truffa aggravata, mazzatte, il buco del San Raffaele, le tangenti, Simone, Daccò, la vicenda Maugeri, 14 indagati del Pirellone… l’elenco è molto lungo e davvero inquietante.

condividi:

2 Responses to “Il sedere incollato alla poltrona”

  1. Andrea ha detto:

    Emblematico anche l attaccamento del “nostro” Molgora, che dai giornali fa trapelare che per serietà non si dimette da presidente della provincia per andare a Roma e quindi perderà la carica di onorevole; la realtà dei fatti è che alle prossime politiche a Roma, di leghisti, ne andranno ben pochi e forse se passasse lo sbarramento al 5%, nesssssunnno, per cui Molgora tiene stretto il cadreghino, così come tutti i suoi colleghi in regione!

  2. Mafalda ha detto:

    Formigoni costretto a fare una giunta dimezzata causa assenza giustificata dei consiglieri. Hanno fatto il ponte…..di San vittore

Lascia un Commento