Il “Cubo Bianco” somiglia sempre più al “Cubo di Rubik”

Laura Castelletti, 12 settembre 2010 » Loggia, non mi piace, urban center

Il “Cubo Bianco” che dovrebbe (ormai il condizionale qui è d’obbligo) sostituire la Pensilina somiglia sempre più al “Cubo di Rubik”. Un rompicapo.

L’assessore Labolani scriveva qualche giorno fa  sul suo blog:

La condivisione del progetto dell’ing. Venturelli, vincitore del concorso, è totale da parte dell’intera coalizione di maggioranza

L’argomento è stato ripreso, non senza polemica, in un mio post quando Lega e capogruppo del PdL hanno smentito tale dichiarazione. Questa mattina ci pensa il capogruppo Farina sul Giornale di Brescia a mettere una “pietra tombale” sul progetto del “Cubo Bianco” dicendo:

«Al gruppo del Pdl il Cubo bianco non piace. Nonostante ci sia stato un nuovo incontro con i progettisti, le perplessità sono infatti rimaste molte sia dal punto di vista estetico sia da quello economico. Ma soprattutto credo e crediamo che le priorità della città siano decisamente altre». Achille Farina, capogruppo del Pdl in Loggia, interviene così sul dibattito cittadino legato a doppio filo al destino di piazza Rovetta. Una presa di posizione secca che ricalca – precisa il capogruppo – il pensiero di tutti i consiglieri del partito che siedono tra le file della maggioranza in Consiglio comunale.

Mi chiedo a questo punto: chi vuole il “Cubo Bianco”?

condividi:

One Response to “Il “Cubo Bianco” somiglia sempre più al “Cubo di Rubik””

  1. roberto ha detto:

    La risposta in un’altra domanda: Come mai lo hanno chiamato “Labocubo”?

Lascia un Commento