Doppioni e rischio di sprechi

Laura Castelletti, 14 marzo 2010 » non mi piace, politica

Chiedo: “Vi pare possibile che l’Amministrazione Provinciale di Brescia, mentre dichiara di dover tagliare le risorse per il trasporto pubblico, presenti una delibera e la bozza di Statuto di “Mythus” una  Fondazione Provinciale per promuovere la musica al costo di 200mila Euro all’anno? “A me pare di no.

Peggio ancora sarebbe cogliere in questa scelta il segnale di un passo indietro del Broletto rispetto al Teatro Grande, per il quale invece ci aspettiamo  un preciso impegno (anche economico) dopo le dichiarazioni fatte nei mesi scorsi  dal Presidente Molgora. C’è da chiedersi se non rischiamo di partecipare, da spettatori sofferenti, a un film politico e istituzionale già più volte  visto in passato tra i vertici di Comune e Provincia (ai tempi c’era almeno la scusante che Corsini e Cavalli erano schierati su fronti opposti, ora anche quello è crollato),  che mostra un conflitto tra le due fondazioni relativamente all’organizzaione di festival e manifestazioni? E poi, diciamocelo, non si rischia almeno in parte l’effetto doppione?

condividi:

5 Responses to “Doppioni e rischio di sprechi”

  1. Benzo ha detto:

    Concordo con te ma aggiungerei… che senso hanno le mille dichiarazioni sull’inquinamento, l’abbandono del mezzo privato se invece di investire nel sistema di trasporti pubblici che porta la gente in città dalla provincia si disinveste??? quando da una delle tratte cancellate entreranno 200 auto in più al giorno a chi daranno la colpa?? agli automobilisti senza scelta alternativa??? Sentirmi in colpa perchè uso troppo la macchina ha un senso, ma incolpare gli automobilisti di non usare dei servizi pubblici che servono la provincia in condizioni pietose, senza un organizzazione complessiva e soprattutto con orari che non aiutano i pendolari mi sembra troppo…

  2. Roby ha detto:

    Volevo inoltre sottolineare che più di 1000 lavoratrici e lavoratori dell’Amministrazione Provinciale a marzo non riceveranno la produttività 2009 a seguito del mancato accordo sulla definizione del fondo incentivante 2009 del personale dipendente che prevede una decurtazione del 30% rispetto alla quota erogata nel 2008.Fallito anche il tentativo obbligatorio di conciliazione presso la Prefettura del 9 marzo u.s i dipendenti sono costretti a proclamare lo stato di agitazione con scioperi e blocco straordinarie!I problemi di bilancio dell’Amministrazione Provinciale, risultato della gestione politica degli anni precedenti (Cavalli), non possono ripercuotersi in particolare sul salario dei lavoratori!Stupiscono- al contrario- le spese di collaborazione con cifre importanti. Aumentano i “ cosiddetti” portaborse, dirigenti esterni.Anche i lavoratori pubblici hanno famiglia, mogli, mariti e figli che si trovano in cassa integrazione/licenziati ed il loro salario spesso risulta essere l’unica fonte di sostentamento.

  3. Luz ha detto:

    E’ una vergogna, e tutti dovrebbero sapere che:
    1) i tagli la Provincia li ha fatti solo dove voleva la Lega;
    2) i dirigenti nominati con lo spoil-system sono aumentati di un’unità; di 4 neodirigenti “a contratto”, uno è militante della Lega da anni, uno pare sia il socio di studio del fratello di uno molto importante, ma molto, uno non aveva i titoli per essere nominato e quindi ad oggi non può firmare alcuni progetti, del quarto si sa a chi fa riferimento politicamente (un po’ per uno non fa male a nessuno, via!).
    3) le posizioni organizzative sono state tagliate in alcuni settori, MA in quelli che hanno assessore della Lega sono magicamente aumentate;
    4) non ci sono soldi per la produttività, ma si continuano a pagare portaborse assolutamente inutili (dal punto di vista dell’ente, naturalmente). Addirittura qualche assessore ne ha più di uno, facendo passare galoppini politici per incaricati di varia natura;
    5) non ci sono soldi per la produttività, ma ci sono ancora sedicenti “addetti stampa” che scorrazzano per la Provincia, pur essendo state, queste figure, “eliminate” con la scusa che la comunicazione istituzionale deve essere centralizzata;
    6) Non ci sono i soldi, ma l’orchestra (???) della Provincia sembra costituire un obiettivo strategico ed irrinunciabile.

    DEVONO VERGOGNARSI. Possibile che nessuno dica niente?

  4. umberta ha detto:

    credo che prima di nuove,costose,iniziative “doppione”,il lavoro serio da affrontare per la città e in Provincia,è proprio quello di organizzare,coordinare,valorizzare le iniziative culturali,musicali,ecc..che già esistono.Spero che la Provincia assuma un ruolo importante nella Fondazione del Teatro Grande,come promesso, e che con il Comune e altri Enti Istituzionali promuova il rilancio del teatro, forse uno dei più belli in Italia,con una serie di iniziative di alto livello qualitativo.
    L’unione fa la forza quindi perchè disperdere soldi,energie,uomini in una nuova entità che entra necessariamente in collisione con un’altra che è in via di definizione e che necessità di apporti costruttivi??? spero davvero che,per il bene della città,ci sia un ripensamento serio sull’opportunità/inutilità di questa nuova fondazione !!!!

  5. Luz ha detto:

    Il problema è che loro NON PENSANO!

Lascia un Commento