Comunicato stampa “unità di crisi contro lo smog”

Laura Castelletti, 28 gennaio 2010 » rassegna stampa Laura

E´ tornato gennaio e come ogni anno ritorna l´incubo delle polveri sottili. Quest´anno ancora più grave e più preoccupante. Sono stati pubblicati i dati che ci rivelano che nel mese di gennaio Brescia ha sforato i limiti del PM10 per 20 giorni, e il mese non è ancora finito. Le centraline in città – e ricordiamo che non è stata ancora attivata la centralina a Buffalora, nella zona più critica di Brescia – hanno segnalato il livello di Pm10 tra i 100 e i 150 nanogrammi per metro cubo, quando oltre i 50 nanogrammi ammessi, già ci sono seri problemi per la salute.
Questi dati ci spaventano e tracciano un quadro decisamente allarmante. Dichiara il Broletto: «Solo situazioni davvero eccezionali e un’emergenza grave potrebbero indurre a misure drastiche, sapendo peraltro che i benefici sarebbero limitati». Ma cosa stiamo aspettando?
Non è possibile continuare a rimandare le decisioni. Chiediamo al sindaco Paroli, preposto alla tutela della salute dei cittadini di agire in tempi brevi. Non si può aspettare che arrivi la pioggia per risolvere questo problema. Il nostro primo cittadino deve preoccuparsi dei dati dell´aria bresciana quando l´Organizzazione Mondiale della Sanità ha documentato che ci sono conseguenze pericolose anche sul breve periodo, raccomandando che i limiti di 50 nanogrammi di PM10 per metro cubo (e non i 150 che abbiamo noi oggi in città) non vengano superati più di 3 giorni per anno, perché potrebbero causare malattie acute, croniche e la morte prematura in soggetti a rischio.
Allora ci chiediamo perché la qualità dell´aria non interessa: come è possibile che non siano stati presi provvedimenti e che non ci sia alcun gruppo di studio per cercare una soluzione che non sia la solita inutile commedia del blocco del traffico. La situazione è paradossale, perché sembra tocchi qualcun altro.
In Regione abbiamo chiesto al presidente Formigoni di intervenire rispetto agli enti locali per questa situazione di superamento delle soglie di inquinamento che tocca gravemente sia Brescia che Milano. Al sindaco, garante della nostra salute, chiediamo decisioni urgenti e non procrastinabili.

LAURA CASTELLETTI,  consigliere comunale
DIONIGI GUINDANI, consigliere regionale Centro-Sinistra per la Lombardia

condividi:

One Response to “Comunicato stampa “unità di crisi contro lo smog””

  1. paolo vitale ha detto:

    Il sindaco è a Roma, l’aria là è migliore. Non disturbatelo sempre con i problemi di una piccola città di provincia!

Lascia un Commento