Come batte forte il tuo cuore.

Laura Castelletti, 9 gennaio 2010 » mi piace, pensieri in libertà

Ieri sera ho iniziato a leggere “Come mi batte forte il tuo cuore. Storia di mio padre” il libro di Benedetta Tobagi. Mi ha preso subito. Anzi, ad essere sincera, non ho resistito e mi sono alzata dal letto per cercare una matita: troppa voglia di sottolineare frasi e pensieri per non dimenticarmeli. Ho salutato quindi con gran piacere la mail dalla Casa della Memoria che annuncia la presenza dell’autrice nella nostra città il giorno 9 febbraio alle 20.45 presso l’Auditorium S.Barnaba. Non mancherò. Con la Tobagi ci saranno Mario Calabresi (altro giornalista-direttore-scrittore che mi piace moltissimo) e Mino Martinazzoli. Coordinerà la serata Annachiara Valle.

Il 28 maggio 1980 , 33 anni, giornalista del Corriere della Sera e presidente del sindacato dei giornalisti lombardi, cadeva sotto gli spari di alcuni terroristi appartenenti alla «Brigata 28 marzo». All’epoca dei fatti i figli hanno Luca sette anni e Benedetta tre. Una volta cresciuta Benedetta Tobagi ha deciso di andare alla scoperta del padre provando a raccogliere ogni sua traccia, scavando fra le carte pubbliche e professionali come fra quelle piú intime e private, fra i libri letti e annotati, gli articoli, le pagine del diario, le lettere sentimentali. Ha ascoltato i ricordi di chi lo ha conosciuto: amici, familiari, politici, colleghi, gente che lo ha incontrato solo di passaggio. Il libro Come mi batte forte il cuore (Einaudi, pp. 250, € 19) è intenso, tenero e forte allo stesso tempo, che prova a lanciare fili di luce su zone d’ombra che hanno segnato molte vicende familiari private e collettive di un intero Paese.

condividi:

Lascia un Commento