Cervelli in fuga (sMarti&Julius 1° tappa)

Laura Castelletti, 4 maggio 2010 » inviati speciali, mi piace

“un viaggio lungo 1000 km inizia sempre con un passo” (detto cinese).

oggi, martedì 4 maggio 2010, il nostro primo passo: leshan.

leshan è una cittadina a due ore da chengdu.
la raggiungiamo in tarda mattinata con un bus partito dalla stazione dei bus di lunga percorrenza della stazione di xinnanmen, chengdu. ci dirigiamo subito verso quello che è il luogo principale della città: leshan dafo (letteralmente il grande buddha di leshan). una statua alta 71m e ricavata nella roccia di una montagna che si affaccia sull’incontro di due fiumi del sichuan.

se la forza di una religione si misurasse dalla maestosità delle proprie iconografie, credo che questa statua sia la dimostrazione di quanto il buddhismo abbia svolto un ruolo importante nella vita dei residenti di questa zona.

.

in poche ore ci perdiamo tra statue di piccoli buddha, scalinate e templi buddhisti che si trovano qua e la all’interno del parco… per finire , dopo un breve incontro con un monaco buddista tailandese che dopo un timido sorriso ci concede un rapido scatto (solo con giulio, perchè non e’ permesso scattare foto con donne), ci troviamo sulla testa del grande buddha.

scendiamo lungo tutto il corpo della statua fino a raggiungerne i piedi… foto foto foto.. usciti dal parco decidiamo di dirigerci verso il molo dei traghetti che con una breve crociera sul fiume ci permette di osservare la statua da un’altra angolazione. l’unico mezzo disponibile dall’uscita del parco al molo pare essere una motoretta. il conducente ci carica tutti insieme, siamo in tre sullo stesso mezzo, ovviamente tutti senza casco. un po’ di paura c’e’, soprattutto dopo aver visto come le moto e le macchine sfrecciano sulle strade delle città, ma con un briciolo di coraggio proviamo l’ ebrezza del vento tra i capelli.. e fortunatamente arriviamo sani e salvi per il nostro giro in battello.

e’ ormai sera e soddisfatti del primo passo, prendiamo il bus, che attraversando numerosi campi dove contadini tagliano il grano e il sorgo ormai maturo ci riporta a chengdu.

ora preparazione bagagli.. domani mattina ore 6.30 si parte. secondo passo : riserva naturale di huanlong e jiuzhagou.

smarti & julius

condividi:

5 Responses to “Cervelli in fuga (sMarti&Julius 1° tappa)”

  1. Benzo ha detto:

    che bello questo diario online… non so perchè ma credo lo abbia scritto la marty!!!! Giulio come farai in australia??

  2. Nicola ha detto:

    Bello ragazzi!!!!
    se un buon viaggio si vede dal primo passo…

  3. Celeste ha detto:

    Non posso leggere queste cose…vi invidio troppo!!

  4. Katia ha detto:

    No comment!!!!!!
    Giulio non sai quanto ti invidioooooooooooo!!!!!
    Bravo tienimi aggiornata.

  5. Sara ha detto:

    Fantastico!! bella l’idea del diario!!
    riesco a viverlo un po’ anch’io!!
    un abbraccio ad entrambi!!

Lascia un Commento