Brixia Sviluppo e gli atti non consegnati

Laura Castelletti, 17 maggio 2010 » Loggia, non mi piace

In conferenza capigruppo oggi quasi tutti concordi (anche il capogruppo PdL era molto “fermo” nel volere una risposta) nel richiedere gli atti di  Brixia Sviluppo relativi all’acquisizione dell’ex Oviesse, della Circoscrizione Est e dei terreni di Guidizzolo destinati al tasferimento dei nomadi. Atti che, trattandosi di una controllata al 100% dal Comune, devono essere, per “trasparenza”, consegnati ai consiglieri comunali quando richiesti. Invece silenzio tombale. Ricordo che tali atti sono stati richiesti più di 4 mesi fa dal Pd e sollecitati più volte dal Dirigente comunale preposto. In queste situazioni, anche chi non ha pregiudizi, è portato a pensar male.

condividi:

4 Responses to “Brixia Sviluppo e gli atti non consegnati”

  1. coach ha detto:

    Parafrasando Andreottti direi “a pensar male si fà peccato ma spesso si azzecca”. Vuoi vedere che gatta ci cOviesse ?

  2. Jebediah Wilson ha detto:

    Niente scherzi Irlandese! Esci dall’Oviesse con le mani bene in vista!

  3. Elio Marniga ha detto:

    Perchè i Consiglieri di minoranza non ricorrono al TAR? A Lumezzane tempo fa è successo la stessa cosa riguardo ad una società controllata dal Comune ed il Tar ha dato ragione ai Consiglieri di minoranza.

  4. Emilio Del Bono ha detto:

    C’è stato il ricorso al Tar ma il ricorso non è stato accolto per non legittimazione ad agire da parte dei consiglieri. Sentenza eccentrica.

Lascia un Commento