Brescia libera wifi

Laura Castelletti, 28 gennaio 2010 » Loggia, mi piace

sono rientrata da poco dalla conferenza stampa con francesco onofri. insieme abbiamo presentato la mozione che ho iscritto all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale (non quello di domani, ma del 12 febbraio)
che prende spunto da un iniziativa di parlabrescia.it. e che chiede, per brescia, wifi gratuito. vi racconto come è andata questa mattina e come siamo arrivati, io e francesco, a questo appuntamento.

la conferenza stampa, che  si è svolta nel mio ufficio in palazzo bianchini (sede dei gruppi consiliari del comune), ha preso subito un aria molto “familiare”. con le giornaliste presenti di carta stampata e tv,  solo donne, abbiamo affrontato inizialmente l’argomento “fuori onda” dell’ ipad, il nuovo gioiello tecnologico della apple. mi verrebbe da dire” non ci sono più le ragazze di una volta”!

l’equilibrio perfetto che si era creato nel gineceo è stato rotto solo dall’arrivo di francesco e del suo barbutissimo braccio destro (altro francesco assessore in quel di rovato), che però ci ha subito lasciato. francesco ci ha messo meno del solito a rilassarsi segno che a queste “situazioni pubbliche” incomincia ad abituarsi. prima di entrare nel merito della proposta ho cercato di rispondere alla domanda che ho letto da subito negli occhi delle donne dell’informazione e che avevo, già  telefonicamente  sentito ieri, da loro colleghi. laura e francesco, come mai questa strana coppia? la risposta è semplice. ci accomuna la voglia di essere  attenti e propositivi rispetto ai problemi della città, ci accomuna un metodo di comunicare la politica attraverso la rete. i nostri 2 blog sono certamente i più attivi nel mondo della politica bresciana, i più seguiti. questo ci ha permesso di “essere sul pezzo” anche oggi e cogliere una delle tante esigenze sentite dai bresciani come il permettere ai bresciani di comunicare gratis oggi, liberi negli spazi. wifi gratuito per la città! laura e francesco sono oggi impegnati insieme a dire “brescia libera wifi per andare oltre i confini di brescia”.

“wifi gratuito nella città” era sia nel mio che nel suo programma elettorale, ne ho scritto qualche tempo fa io, ne ha fatto un post recentemente francesco sul suo blog. poi, e qui è la novità, uno dei suoi ragazzi ha dato vita su facebook a un gruppo di sostegno all’iniziativa (mi sono iscritta subito!). le adesioni non si sono fatte attendere. in pochissimi giorni più di 3000 fans, segno che è un bisogno a cui si deve rispondere. mi è parso quindi naturale chiamare francesco e mettere a disposizione, per passare dall’iniziativa virtuale a quella reale, la mia presenza in consiglio comunale. abbiamo così trasformato l’appello in una mozione che ho depositato agli atti del consiglio.

in questo modo verrà  discussa nella prossima seduta e, se al momento della votazione raggiungerà la maggioranza dei voti, diventerà automaticamente realtà. avremo wifi nei luoghi in cui lo abbiamo richiesto e cioè  i parchi tarello, gallo, castelli e inoltre in  castello, nelle zone della stazione, di corso zanardelli, del tribunale, di piazza duomo. ci piace immaginare che nei parchi “l’ora d’aria” della pausa pranzo diventerà  senza limiti e confini (dal parco gallo in 5″ sei collegato con newyork, dal tarello in 5″ sei collegato con sidney). rete gratuita nei parchi vuol dire più fruitori, più persone che lo frequentano e automaticamente maggiore vivibilità del luogo. wifi che funziona anche come sistema antidegrado dei parchi. non male come intuizione! wifi in diverse zone vuol anche dire, come scriviamo nella mozione, un servizio che aumenta l’appeale della città.

se la proposta viene accolta (francamente fatico ad immaginare che non lo sia) smetteremo di vedere persone zigzagare in città tenendo, tra le mani un mac come rabdomanti alla ricerca di una rete sfuggita al controllo dei privati. smetteremo di vedere “pirati”, non servirà più andare all’arrembaggio… in città si navigherà gratis!

condividi:

10 Responses to “Brescia libera wifi”

  1. Monica Gironda ha detto:

    Cara Laura,
    come sempre leggerti è divertente oltre che interessante.
    Come cittadina ed amica vedere due persone che stimo ed apprezzo lavorare in sinergia per la nostra città è vetamente bello.
    Un abbraccio e buon lavoro
    Monica

  2. Laura Castelletti ha detto:

    Cara Monica,
    è un modo di fare politica che mi piace. Spero ci siano altre occasioni di collaborazione con Francesco e il suo gruppo.
    Sono molto contenta anche del fatto che tu mi segua sul blog.
    Non dimenticare che come “ex mamme Tito Speri” dobbiamo combinare di vederci presto (questa volta è Bea che si è presa l’impegno!)
    un abbraccio a te

  3. Eliana ha detto:

    Complimenti..nuovo modo per fronteggiare la sicurezza ai giorni nostri!!più la nostra gente sta fuori più la nostra gente si sente a casa propria…
    Eliana

  4. Beatrice Raspa ha detto:

    Rete gratis in tribunale e in piazza Duomo?????
    Grandissima Laura!!!!!
    La stampa, categoria freelance (sì, insomma, hai capito…i senzatetto!) ringrazia sentitamente.
    Risparmio di chiavetta e garanzia di spedizione di pezzi ottimi e abbondanti da ogni dove.

    Brava!
    Beatrice

  5. Benzo ha detto:

    SOno più di 3.500 oramai su fcb…

    Ci piace questa iniziativa… anche se ti vedo troppo ottimista.. non è detto che un ottima iniziativa sia automaticamente votata.. magari mancano i fondi, utilizzati per comprare i terreni a guidizzolo!!!!

    B.

  6. Luca ha detto:

    Sono felicissimo di poter leggere una notizia così, sono felicissimo che la gente, soprattutto dei rappresentanti come lo siete Voi, portino avanti delle iniziative di questo tipo.
    Io sono un ragazzo che studia in un’altra città.
    Tutti i giorni mi sposto a piedi tra le vie del Centro per raggiungere la stazione dove prendo il treno per arrivare in Università.
    Molto spesso capita che il treno non sia puntuale, che ci sia da aspettare anche per 30 minuti un treno che forse non arriverà neppure. Forse questo problema, che ormai vedo con ironia come una barzelletta ridendoci sopra con gli amici quando ne ho l’occasione, non verrà mai risolto, ma sicuramente una copertura wi-fi nella zona della stazione, non solo dei treni, ma anche degli autobus o comunque nelle zone limitrofe, renderebbe l’attesa assai più tranquilla e meno noiosa. Probabilmente la gente non imprecherebbe più, o meglio non tanto quanto fa ora, per il ritardo del treno; prenderebbe la cosa con filosofia, magari potrebbe lavorare lo stesso sul suo computer portatile ed inviare il lavoro in ufficio.
    Potrebbe altrmenti, come nel mio caso, vedere le ultime notizie attraverso il telefonino.
    Ho sentito anche dire che questo è controproducente, che le persone dovrebbero staccarsi dal pc, dai cellulari e da qualsiasi altra cosa che in qualche modo possa distrarli da ciò che è effettivamente “reale”.
    Io credo che ormai il mezzo telematico sia una forza che non è possibile arrestare, magari non la si condivide appieno ma esiste e, se usata bene, è molto utile (altrimenti per esempio non potrei scrivere quello che penso qui), stimo molto il vostro lavoro e mi auguro che la vostra proposta sia accolta, sperando che non ci siano comunque effetti collaterali nell’installare ripetitori o antenne in città, o se ce ne dovessero essere, che siano valutati al meglio e risolti.
    Sono comunque ben contento di poter leggere articoli e proposte che cercano di migliorare la situazione con una rete internet che possa essere utilizzata gratuitamente da tutti in qualsiasi luogo ed è quindi con molto piacere che vi porgo i miei complimenti per l’idea, oltre ai miei più cordiali saluti.

  7. marco ha detto:

    la cosa a me fa schifo, il wifi è veleno, in europa e stati uniti è stata bollata come cancerogeno e ora lo volete nei parchi complimenti proprio dove vanno a giocare i bambini i più vulnerabili, bravi. soliti Italiani

  8. Federico ha detto:

    OK… ora sono passati diversi mesi…. c’è qualche aggiornamento? Ci potete aggiornare?
    Grazie

  9. FAUSTINO ha detto:

    VI AUGURO CHE LA COSA VADA IN PORTO. COMUNQUE GRAZIE PER L’INTERESSAMENTO.FAUSTO.

  10. Pietro ha detto:

    Spero che tra la proposta e l’attuazione non trascorra molto tempo.
    Comunque, è un’idea estremamente positiva.

Lascia un Commento