Brescia con i consigli della tartaruga

Laura Castelletti, 31 maggio 2010 » donne, mi piace, urban center

La mia amica Gloria (Gloria Gobetto) è una donna speciale, una donna bionica in carrozzina. “Una ne fa e cento ne pensa” o meglio di lei si dovrebbe deve dire “cento ne fa e cento ne pensa”. La sua limitazione fisica non l’ha mai fermata, non ha mai rallentato il suo entusiasmo e il suo impegno per gli altri. In questi anni ha fatto politica, si è occupata di sport, servizi sociali, associazionismo e soprattutto ha sempre combattuto importanti battaglie per i diversamente abili. Se Brescia ha sensibilità e capacità di progettazione significativi nell’ambito della disabilità deve molto a Gloria. Oggi non ho voluto, nella splendida cornice dell’Auditorium Santa Giulia, perdermi la sua presentazione di “Brescia Possibile- Slow Time con i consigli della tartaruga“. Un iniziativa nata nel 2005 con la precedente amministrazione comunale e fortemente sostenuta anche dall’attuale. Si tratta di itinerari accessibili nel centro storico anche per persone disabili. Un modo diverso di valorizzare il nostro centro storico e le sue bellezze.

condividi:

One Response to “Brescia con i consigli della tartaruga”

  1. Roby ha detto:

    Leggo : “Un iniziativa nata nel 2005 con la precedente amministrazione comunale e fortemente sostenuta anche dall’attuale”

    Finalmente un punto di incontro tra i due schieramenti.

    Complimenti a Gloria diversamente abile solo nel fisico, ma non con la testa e con il cuore, li i diversamente abili (o meglio gli ignoranti) siamo noi, troppo facile, per chi ha la fortuna di non essere menomato fisicamente, non accorgersi di ciò che gli succede intorno, avremmo bisogno di un gran bagno di umiltà ma soprattutto di umiltà e umana carità.

    Grazie Gloria e grazie anche a Laura che ci porta queste testimonianze di vivere civile ogni santo giorno.

    Roberto

Lascia un Commento