A futura memoria

Laura Castelletti, 22 agosto 2010 » Loggia, non mi piace, urban center

Oggi l’assessore Labolani riprende alcune mie affermazioni relative all’ipotesi, prospettata dalla Giunta, di costruire un parcheggio sotto il Castello.  Dichiara infatti ai giornali che

I carotaggi preliminari alla realizzazione del parcheggio sotto il Cidneo non bloccheranno la Galleria Tito Speri. È botta e risposta tra l’assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani e il consigliere comunale Laura Castelletti che lancia l’allarme sulla possibile interruzione di un’arteria decisiva per la viabilità cittadina. E l’assessore corregge anche i costi dell’agibilità del primo piano interrato del parcheggio di piazza Vittoria, che starebbero sotto il milione di euro, ben lontani dai tre che vorrebbe qualcuno.
«Come ben riportato sul documento preliminare della progettazione, durante i lavori di realizzazione del parcheggio sotto la galleria, quest’ultima non verrà chiusa al traffico se non per eventi contingenti e temporanei di brevissima durata – assicura Labolani con un comunicato -. In generale, pur con un ridimensionamento delle carreggiate si dovrà riuscire a garantire il traffico nei due sensi. Un’attenta gestione della viabilità si ritiene possa garantire i due flussi più importanti, ovvero il transito degli autobus da e per il centro cittadino e l’accesso in particolare dei residenti nel nucleo antico».

Non mi ha fatto cambiare idea. A questo punto non mi resta che attendere. Se avrà ragione lui sono certa che non dimenticherà di ricordarmelo. Nel caso contrario… sarò prontissima a ricordarglielo io!

condividi:

One Response to “A futura memoria”

  1. Alessandro Baardelli ha detto:

    sperando che le case di via santa chiara non spofondino ulteriormente … visto che già hanno avuto danni a causa della presenza della galleria e degli antichi cunicoli …..

    decisamente gradirei che i posteggi fossero fatti presso le fermate periferiche della metro , e che ci fosse un piano di insediamento uffici e industria lungo il percorso della metro ….

    ma, di questi tempi, pretendere cose intelligenti è troppo ….

    davvero brescia si può permettere una ulteriore spesa , che fra varianti in corso d’opera , danni e imprevisti , costerà 3 volte il previsto ?…. ancora non sappiamo come pagheremo la fighissima metro , che seppur fantastica , brescia non si poteva permettere ed ecco che i , dinamici amministratori, si inventano un altro regalo per i soliti noti … costruttori , palazzinari e altra gente che sulla deturpazione del territorio ha fatto scuola ….

Lascia un Commento