+49% : i musei di Brescia danno i numeri

Laura Castelletti, 16 gennaio 2016 » Arte e Spettacolo, cultura, mi piace

Conferenza stampa Comune-BsMusei presentazione datiIn forte crescita il numero di visitatori dei nostri musei, sempre più vissuti e amati da bresciani e turisti. Il 2015 registra un altro forte aumento delle visite alle sedi museali e alle mostre.

Il trend di visita è in costante crescita e lo attestano i dati  registrati nel 2015, ancora molto positivi con un aumento del 15% sul 2014 e del 49% sul 2013.

 

quarta-cella

Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015, infatti, le persone che hanno visitato le sedi museali civiche- Museo di Santa Giulia; Brixia.Parco Archeologico di Brescia romana; Museo delle Armi Luigi Marzoli e Museo del Risorgimento (chiuso da alcuni  mesi per rifacimento tetti)- e le nostre temporanee- Raffaello. Opera prima; Giacomo Ceruti il Pitocchetto. Storie di ritratti; Frames 20 fotografi bresciani under 35; Expo 1904. Brescia tra modernità e tradizione; Roma e le genti del Po Un incontro di culture III-I sec. a.C.; Marc Chagall. Anni russi 1907-1924. Con un racconto per immagini di Dario Fo- sono state complessivamente 154.817 .

image

dati mostre

 

 

Una crescita complessiva del 15% sul 2014 quando i visitatori sono stati 132.606 e del 49% rispetto al 2013, anno che ha registrato 103.588 ingressi.

 

dati museo

In 2 anni e mezzo di gestione della cultura-musei della città la nostra Amministrazione ha prodotto un incremento di visitatori pari a   +49% e  se i numeri vogliono dire qualcosa, e dicono molto, abbiamo tante ragioni per sentirci soddisfatti e rinnovare la nostra fiducia al Presidente, al Direttore e al Cda di BresciaMusei oltre che al personale che mi affianca all’assessorato alla cultura.

image

Un binomio, BsMusei/assessorato dove uomini e donne lavorano con grande impegno, professionalità, dedizione e passione, tutti ingredienti che ci permettono di raggiungere gli obiettivi prefissati dagli indirizzi di governo della città e traguardi importanti che inseriscono Brescia nella parte più vivace e brillante del panorama culturale del Paese.

festa dell'Opera al Teatro romano

Città in rinascita e culturalmente in crescita la nostra, lo dicono tanti indicatori e quelli museali ne fanno parte a pieno titolo.

Grande importanza riveste il lavoro svolto dal dipartimento  dei Servizi educativi, che elabora costantemente molte attività, sempre nuove, stimolanti e rivolte a tutti i pubblici, con particolare riguardo al mondo della scuola. Il nostro obiettivo è quello di rendere i nostri musei dei veri centri di produzione culturale a servizio della comunità e del suo sviluppo e per questo abbiamo aumentato gli investimenti nei servizi educativi, stabilizzando il personale dedicato (anche ampliandolo come per la mostra di Chagall), rafforzando la promozione e avviando nuovi progetti anche in collaborazione con altri Enti (musei, accademie, università, associazioni…).

 

bambini a santa giulia

Anche in questo settore, il numero di studenti che ha partecipato ad una delle numerose attività didattiche nel 2015 è stato di 36.288, contro i 33.161 nel 2013 e i 35.050 del 2014, con una crescita del +9% (dal 2013 al 2015).

 

servizi educativi

 

In questi ultimi mesi, in particolare, molto alta è stata la richiesta di visita alla mostra Roma e le genti del Po, come ben si evince dalla presenza più di 70 gruppi classe durante questa prima settimana scolastica del 2017.

 

cinema Eden

 

Anche il Cinema Nuovo Eden, insieme ai musei è gestito dalla Fondazione BsMusei, è in grande crescita: dai 40.283 spettatori nel 2013, siamo passati ai 45.294 nel 2014 e ai 48.237 nel 2015 con una crescita del +19% (dal 2013, anno del nostro arrivo, al 2015)

 

cinema nuovo eden

 

Come ai musei, anche al Nuovo Eden particolare attenzione è data alle scuole, per le quali tutti gli anni viene proposta la rassegna “Cinema e scuola”, cresciuta di pari passo con l’aumento degli spettatori complessivi: nel 2013 vi hanno partecipato 3.384 studenti, 4.715 nel 2014 e 5.183 nel 2015 con una crescita del + 53% (dal 2013, anno del nostro arrivo, al 2015).

 

cinema e scuola

 

Gli incassi dei proventi di biglietteria complessivi- musei con collezioni permanenti e mostre temporanee, Cinema Nuovo Eden- nel 2013 sono stati Euro 588.214, Euro 575.140 nel 2014, con una leggera flessione nell’anno precedente , per arrivare nel 2015 a ben Euro 795.176 con una crescita del +27% (dal 2013, anno del nostro arrivo al 2015).

 

incassi

 

incassi Santa Giulia

 

Anche gli incassi totali dei 4 bookshop museali (presso Museo di Santa Giulia; Brixia. Parco Archeologico di Brescia romana; Museo delle Armi e Museo del Risorgimento) sono aumentati in modo consistente, dagli Euro 75.626 del 2013 agli Euro 133.961 del 2015 con differenza positiva pari al +45% .

 

incassi bookshop

 

In questi 2 anni e mezzo abbiamo lavorato per avere musei accessibili a tutti, luoghi capaci valorizzare il patrimonio e contemporaneamente di produrre cultura, servizi educativi e didattici con ampia offerta ed elevata qualità, luoghi capaci di far crescere il nostro territorio uscendo dagli stretti confini delle mura museali e della conservazione, capaci di promuoversi e di promuovere la città e il suo intorno, capaci di creare e rafforzare relazioni con la Rete museale italiana ed europea, luoghi dove i cittadini possono partecipare alla progettazione museale e culturale.

Ci siamo assunti il ruolo e la funzione di centro d’interpretazione del territorio e della nostra comunità della quale siamo parte ed espressione, per contribuire a diffondere la conoscenza del nostro patrimonio culturale presente dentro e fuori le mura dei nostri musei.

Molto abbiamo fatto, tanto stiamo facendo e faremo. I risultati fino a qui ottenuti sono molto incoraggianti.

 

mostre e musei 2015

.mostra Chagall

attività

 

stazione centrale di milano

 

attività

.

attività

gli eventi

.

art glass

eden

.EDEN

 

altri progetti

.

subbrixia

Subbrixia

E come scrive il mio amico Bardo in un post  “Mettiamola così , il cartello alla rovescia della metro può piacere o no , ad alcuni sembra anche una stronzata , sta di fatto che dopo tutto il tempo passato , i post letti , gli articoli sui giornali e le discussioni al bar , oggi c’è ancora gente che posta foto e commenti. Direi che lo scopo è ampiamente raggiunto, ecco perché si chiama arte contemporanea e non natura morta.”

 

subbrixia

 

A fronte di una grande stagione d’investimenti del passato (Museo di Santa Giulia, Capitolium, Sito UNESCO) abbiamo scelto, nonostante le grandi ristrettezze economiche, di appostare risorse importanti per la riapertura del Teatro Romano, per la musealizzazione della 4° cella del Santuario Repubblicano dando così vita a Brixia. Parco Archeologico di Brescia Romana (i numeri sopra indicati ci dicono che è stato un giusto e lungimirante investimento) e per la riapertura entro fine mandato della Pinacoteca Tosio Martinengo (altro fiore all’occhiello della città in stato di abbandono da anni).

 

art glass

 

Accanto a questo c’è il grande impegno di far aumentare  il numero di visitatori complessivi (puntiamo ai 200.000 nel 2018), ma anche di far crescere la sensibilità, la consapevolezza e la maturità culturale del nostro pubblico.

Alle spalle un anno di successi e soddisfazioni, davanti altrettante sfide. Lo spettacolo di Fo su Chagall questa sera,

con Dario Fo

 

la conclusione di 3 importanti mostre il 15 febbraio (Chagall, Brixia e Expo 1904), la mostra antologica di Christo a Santa Giulia da aprile a settembre in concomitanza all’installazione sul lago d’Iseo, la declinazione del nuovo rapporto Comune-Brescia Musei, le mostre in Santa Giulia e Castello che presenteremo a breve, il rifacimento di una parte di tetti in Santa Giulia e al Miglio in Castello, i lavori della Pinacoteca, gli altri appuntamenti di Subbrixia, la Pinacoteca in tour in due importanti capitali europee (forse 3) e molto altro ancora.

Seguiteci sempre con interesse e affetto!

 

 

condividi:

Lascia un Commento