1 milione di euro: ecco dove si possono recuperare

Laura Castelletti, 12 dicembre 2011 » Loggia, mi piace

La manovra Monti taglia in modo consistente i trasferimenti dallo Stato all’Ente Locale. Il Comune di Brescia deve di conseguenza tagliare 6,8 milioni di Euro in più rispetto a quanto preventivato nel Bilancio di Previsione. L’assessore Di Mezza e i tecnici degli uffici sono al lavoro da qualche giorno.

Lunedì è previsto un vertice di maggioranza in Loggia (Pdl-Lega-UDC). In quella sede decideranno se e come  intervenire sul taglio della  spesa, in particolare quella sociale.

Prima di mettere mano a quella propongo d’intervenire sulle Grandi Mostre. Mi pare, in una situazione di grave emergenza una cosa ragionevole e di buonsenso.

La Mostra sui Maja (più o meno 1.6 milioni Euro) può essere rinviata al 2013 (di questi tempi di vacche magre magari il famoso SI da Roma neppure arriva … e magari vale la pena non insistere troppo nella richiesta), 1 milione Euro indirizzati a tutela dei servizi alla persona e i rimanenti 600mila utilizzati per mostre minori (quella del grande maestro Capucci a Santa Giulia è un esempio, altre possono essere messe in campo) o per rilanciare, con l’imminente riapertura, il grande restauro della Pinacoteca. Abbiamo interessanti opere nei nostri musei, importanti galleristi e straordinarie collezioni private nella nostra città, compiamo uno sforzo comune e diamo vita a sinergie nuove. A volte le ristrettezze economiche aguzzano l’ingegno e meno soldi producono più idee. Sforziamoci di ragionare in una nuova ottica e salviamo parte della spesa corrente a servizio dei più deboli tra noi.

condividi:

3 Responses to “1 milione di euro: ecco dove si possono recuperare”

  1. Alberto Belgesto ha detto:

    Ok… Poi se guardiamo all’orticello personale del personale… senza Maja non se maja 🙂 Ti racconterò quanto la mancata mostra di quest’anno e l’evetualità di un nuovo rinvio stia già influendo molto negativamente su lavoro, gli stipendi e le prospettive di tantissime perone. I Maja nel 2012 sarebbe stato promozionalmente vincente, nel 2013…potremmo essere tutti altrove. Io non sono bravo a fare i conti ma in un momento come questo andrei controcorrente, investirei nella cultura e cercherei di risparmiare… sugli sprechi. Un milione di sprechi secondo me c’è, forse anche 2

  2. dario gattinoni ha detto:

    Io credo che alla base di qualsiasi idea ci debba essere la valutazione di cosa si vuole ottenere e cosa si può fare. Poi bisogna considerare i vantaggi e gli svantaggi che qualsiasi iniziativa comporta. Mi pare che a seconda delle ispirazioni personali vengano proposte idee senza valutazione delle conseguenze positive o negative che comportano e senza pensare cosa veramente sia utile e prioritario per cui assistiamo ad un paralitico albero di natale spaziale che di spaziale non ha nulla dovendo farsi sorreggere da un orribile carro gru che esteticamente con il natale nulla ha a che vedere, ma si sà brescia in fondo è la patria dei cantieri e delle gru…..

  3. Pietro ha detto:

    Il miglior modo per dimostrare i limiti della propria competenza è superarli.
    Lei pontifica su tutto: se si trattiene ci guadagna.

Lascia un Commento